Osteopatia

osteopatia

Ridare movimento, armonia e fisiologia attivando le condizioni migliori affinché il corpo ritrovi lo stato di salute.

L’osteopata cerca di risalire alla causa e non all'effetto del malessere.


Riequilibrio del corpo per ripristinare il benessere.

L'Osteopatia è una metodica terapeutica olistica, fondata dal medico americano Andrew Taylor Still nella seconda metà dell’800. Si avvale dell’utilizzo esclusivo delle mani dell’operatore che deve avere una conoscenza precisa e approfondita dell'anatomia, della fisiologia e delle relazioni tra i vari organi che consentono il corretto funzionamento del corpo umano.
Se l’equilibrio tra le varie parti del corpo è alterato, ci si trova di fronte ad una disfunzione osteopatica, caratterizzata da una zona corporea in cui è andata persa la corretta mobilità e funzionalità. L’organismo reagirà a tale disequilibrio creando delle zone di compenso e adattamento, sfavorevoli al benessere fisico.
Il fine dell'osteopatia è di ridare movimento, armonia e fisiologia, ricreando le condizioni migliori affinché il corpo ritrovi lo stato di salute. Il trattamento osteopatico mediante manipolazioni dolci, non dolorose o invasive, correggere limitazioni di movimento articolari o retrazioni delle fasce, capaci di provocare stati di malessere nell’individuo. L’osteopata cerca di risalire alla causa e non all'effetto del malessere, ristabilendo la mobilità della struttura e dando quindi la possibilità al corpo di iniziare il suo percorso di autoguarigione.  

CAMPI D’APPLICAZIONE
Poiché l'osteopatia riequilibra le funzioni vitali e agisce con lo scopo di ripristinare il benessere, le indicazioni per un approccio osteopatico sono molto ampie e indicate per tutte le fasce d’età. Qui di seguito un elenco di casi, tuttavia non esauriente, che possono essere oggetto di trattamento osteopatico.

  • Sistema muscolo-scheletrico
    Dolori articolari (schiena, spalle, collo, arti), tendiniti, pubalgie, dorsalgie, lombalgie, distorsioni, dolori costali o intercostali, dolori al coccige, e qualsiasi dolore a seguito di un trauma importante (sportivo, incidente stradale, ecc.), previa precedente visita medica che escluda traumi gravi, fratture o problematiche non di competenza osteopatica.
  • Sistema neurologico
    Sciatica, cruralgie, nevralgie cervico-brachiali, nevralgie facciali, diverse neuropatologie, ecc.
  • Sistema neurovegetativo
    Stress, stati ansiosi, stati depressivi, irritabilità, turbe del sonno, senso di oppressione, ecc.
  • Sistema digestivo
    Difficoltà digestive, ernia iatale, stitichezza, rallentamento del transito intestinale
  • Sistema gineco-urinario
    Incontinenza, prolasso della vescica
  • Osteopatia e ORL
    Rinite, sinusite cronica, vertigini, cefalee, emicrania.
L’osteopata non è un mago o uno stregone e quindi non può promettere guarigioni miracolose. Non si occupa delle lesioni anatomiche gravi o urgenze mediche. L’osteopata non fa diagnosi e non prescrive farmaci, attività di pertinenza medica.

Oltre ad applicare le conoscenze e le competenze acquisite nei sei anni di durata della scuola di osteopatia, mi avvalgo della collaborazione di medici specialisti nelle varie specialità afferenti, in modo da affrontare le problematiche di ogni soggetto nella maniera più esauriente e completa possibile.

 

osteopata osteopata